Cambia lingua

Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti: 0
Totale prodotti: € 0,00

Vai al carrello

A ODERZO UN CIUC DA RICORDARE.

01/09/2016

Una splendida giornata ha accolto la ventiquattresima edizione del CIUC FIMOV la massima espressione delle gare canore che è andata (come del resto sempre) ben oltre i più lusinghieri successi di una qualsiasi pur rinomata e secolare Fiera. Il CIUC, è il CIUC e da sempre desta il maggior interesse di partecipazione nel cuore e nella mente degli appassionati.

Da paio d’anni dei “poveri” tentano di offuscarne il prestigio indicendo una fieruncola denominandola in maniera altisonante in un paesino della splendida pedemontana veneta, ma non fanno altro che raccogliere il solito pugno di mosche….. perché alla fine i concorrenti attendono e partecipano in massa ad un solo CIUC quello che quest’anno si è svolto nella splendida cornice verde del parco Stella a Oderzo. Quasi 900 i soggetti a concorso ma quello che più conta è stato il numero ragguardevole di appassionati iscritti, che ha toccato vertici assoluti sin qui mai registrati.

Per 5 giorni i volontari Fimovini, sostenuti da membri della proloco e dell’Associazione opitergina, nonché da operai del Comune che hanno operato sul manto erboso rendendolo magnifico, hanno alacremente lavorato nello stupendo ambiente scavando centinaia e centinaia di buche e inserito altrettanti pali, poiché il pur grande impianto arboreo non sarebbe stato sufficiente a contenere sì tanti soggetti a concorso. Alla fine di tanto lavoro il campo di gara è apparso a tutti perfetto e degno di ospitare una competizione così importante.

A Oderzo si è a lungo temuto per la malattia della Presidente Maria Grazia De Lazzari colpita da emorragia celebrale. Saltata la Fiera tradizionale di metà luglio, non appena la Signora si è ripresa un pò, tra le sue prime parole c’è stata la raccomandazione nonostante la sua salute dello svolgimento del CIUC: Maria Grazia lo aveva voluto, ci aveva creduto e buon per tutti noi che il buon Dio ce l’ha restituita pur se ancora un pò debilitata presente alla cerimonia delle premiazioni: in piedi e padrona delle sue facoltà mentali. Maria Grazia si è potuta godere così con la passione che la contraddistingue almeno le fasi finali della SUO CIUC.

E ora i ringraziamenti.

Grazie Signora Presidente per averci creduto, grazie a Ivo e alla Renza e ai volontari Proloco, che si sono molto prodigati per la buona riuscita della manifestazione riuscendoci con merito, grazie ai Giudici veramente all’altezza di giudicare una manifestazione di tale entità e di tale importanza, senza suscitare proteste e confusioni, grazie a tutto lo staff tecnico della FIMOV capitanato dal suo Presidente Massimo Zanardelli, Grazie (va ripetuto) a tutti coloro che hanno operato sul campo di gara disegnandolo in maniera tanto maniacale nella perfezione, da ricevere i complimenti di tutti e poi, un grazie doveroso a tutti quegli espositori che vi hanno partecipato con la passione e l’entusiasmo delle grandi competizioni che apparteneva al passato. Va ricordata una frase che si è sentito ripetere più volte: “ ci vorrebbe un CIUC ogni domenica, ma il CIUC è e rimane uno solo e allora arrivederci al prossimo anno quando pianificheremo le date del prossimo quinquennio.

 

VEDI LE CLASSIFICHE

Vedi servizio fotografico


All’indomani del CIUC opitergino si sono svolte in Veneto le due prestigiose Fiere di Costabissara ed Annone Veneto riuscite entrambe in maniera splendida, si hanno poi notizie molto buone da Pistoia e da Canzo mentre “Radio Scarpa” riferisce di una povera fiera a Vidulis, ma questa non appartiene più alla FIMOV, farà la fine di Montebelluna?

A proposito di Montebelluna, rimettiamo in rete un articolo scritto nel 2010 all’indomani dell’uscita della GRANDE FIERA DI MONTEBELLUNA (allora, era molto grande davvero) dalla Fimov per far meditare quei “poveri” che con la loro “bravata” hanno scritto la parola fine per quella che fin tanto che è rimasta nella FIMOV rappresentava per il mondo delle Fiere un fiore all’occhiello!

MONTEBELLUNA NON C’E’ PIU’…… TUTTI GLI APPASSIONATI, QUELLI VERI, HANNO PERDUTO UN GRANDE MOMENTO DI FESTA E DI AGGREGAZIONE SOCIALE CE NE DISPIACE DAVVERO………………

LEGGI ARTICOLO