Cambia lingua

Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti: 0
Totale prodotti: € 0,00

Vai al carrello

IL “GENZIANA” DI PASSO SAN BOLDO QUARTIER GENERALE DELL’ AORfu

23/06/2016

Il “Banchetto dell’ Amicizia” consumato presso il Ristorante “Genziana” da Mauri, ha ottenuto un successo che è andato oltre le più ottimistiche previsioni. Portare in un locale sito in uno splendido scenario, ma decisamente fuori dal grande traffico stradale un numero così ragguardevole di appassionati è stata però una cosa naturale, che viene dalla forza di un’Associazione Vera  che si misura anche e soprattutto in occasioni come questa perché va oltre alle distanze e alle asperità.

Nel suo breve discorso di saluto il Presidente Graziano Fabris ha inteso fin da subito stabilire che Lui non è STANCO e non vuol MOLLARE…… ANZI….. Queste le sue parole: “è vero che ultimamente sono stato molto impegnato nelle molteplici attività svolte nel mio paese (non mi occupo solo della mia Fiera, dell’AORfu e della FIMOV), ed è altrettanto vero, che ho lavorato molto nella stesura del mio ultimo libro (il quinto), dal titolo: “VI RACCONTO UN PO’ DELLA MIA VITA” nel quale, un capitolo importante è dedicato a tutto ciò che riguarda il mondo delle Fiere, le tante conquiste ottenute, i tanti Amici conosciuti, le tante, tantissime cose belle fatte e i tanti tantissimi momenti vissuti insieme. Ho voluto corredare tutto lo scritto con documenti, fotografie ed encomi ricevuti. Tutto ciò mi ha indubbiamente affaticato, ma non sono stanco di VOI e del NOSTRO MONDO, anzi, vi ringrazio tutti perché quel carro che sto tirando avanti da oltre quarant’anni, molti di voi lo hanno sospinto, molti di voi hanno contribuito a tante buone riuscite, molti di voi mi sono stati compagni fedeli in questa mia vita, facendone parte. Vi aspetto tutti, ma veramente tutti, il 2 settembre quando presenterò questo mio lavoro!  Adesso ci attende il CIUC di Oderzo, onoriamo tutti questo momento e rimaniamo tutti insieme perché solo insieme, si potrà far durare più a lungo questa nostra bella avventura e grande passione”! So che in occasioni di altri gruppi che ci sono avversi, si parla di unione e di stare insieme con una ipocrisia allucinante IO, NOI SIAMO QUA’ NON ABBIAMO MAI DIVISO, MA SPESO UNA VITA PER UNIRE, PER METTERE INSIEME. Chi parla di unione al di fuori della FIMOV, farebbe bene a sciacquarsi la bocca con acido muriatico abituati come sono a comperare le anime con un piatto di lenticchie e ad abbandonare gli AMICI VERI quando invece toccherebbe per DOVERE dare il proprio aiuto e sostegno. Il Padre è sempre ben disposto a uccidere il vitello più grasso quando un figliol prodigo fa ritorno alla casa paterna. SONO QUA? - SIAMO QUA’, ma poche “ciacoe” e qualche fatto vero e tangibile in più…… Di tutto questo, E’ VERO SONO STANCO! Stanco di sapere che in questo MIO/NOSTRO  MONDO esistano persone INDEGNE di farne parte, dove tutto deve essere a proprio torna conto, dove il tradimento di idee e amicizie è all’ordine del giorno, dove intrallazzi, pastette e “biscotti” si servono d ogni levar del sole. Costoro, quelli che parlano di stanchezza, di voler mollare e sfacciatamente di unione, si mettano bene in testa che: IO MI BATTERO’ - CI BATTEREMO TUTTI, PER TUTELARE QUELLA CHE DA SEMPRE REPUTO ESSERE LA PASSIONE PIU’ BELLA DEL MONDO FINO ALL’ULTIMO RESPIRO!

Il Presidente si è poi brevemente soffermato su aspetti tecnici ed economici che attendono il Veneto convinto come non mai che da bravi  “poentoni” ce la faremo anche senza il sostegno di quella Regione che ha sfruttato la situazione economica a proprio tornaconto fino a ieri e che oggi hanno “MOLLATO” ho meglio TRADITO!!!!. Ha esortato infine i  presenti a passare parola con gli assenti rammentando quello che dovrebbe essere un grande impegno per tutti rappresentato dalla dignità dell’appartenenza…. sentimento difficile da concretizzare in un modo dove ci sono purtroppo troppi interessi personali e pochi di Associazione, dove troppo spesso le “sirene cantano” e l’uomo debole che non si lega “all’albero maestro” troppe volte cede e si SVENDE per una cassa di mele! L’appartenenza è un sentimento importante, che noi Veneti “poentoni e mone” dovremmo imparare da qualche “cugino” che non dà mai nulla o pochissimo!!!!!! L’appartenenza è quella di NOI vestire l’AZZURRO allo stadio, cosi come svedesi vestono il GIALLO, i tedeschi il BIANCO i russi il ROSSO, gli irlandesi il VERDE e via, via.

Gradita la presenza del Consigliere Regionale G. Piero Possamai, una delle poche autorià oltre ai Sindaci, che ancora riconosciamo.  

Il pranzo è stato davvero buono, la cucina e il servizio  del Mauri sono sicuramente all’altezza di “ospiti esigenti come noi”. Ritorneremo ogni qualvolta ci verrà la voglia e non ci saranno concomitanze con Fiere degli Uccelli e degli Animali in genere.

Davvero molto interessante la mostra di nidi AORfu e di foto allestita nella sala superiore del locale. Già visitata da un pubblico numeroso e interessato, rimarrà in loco ancora per diversi giorni!