Cambia lingua

Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti: 0
Totale prodotti: € 0,00

Vai al carrello

UN IMPORTANTE INCONTRO CON I CONCORRENTI

25/03/2016

Lunedì 21 marzo nella propria sede di Varago, si è svolta una importante e proficua riunione con i concorrenti di tutte le categorie, che partecipano domenicalmente alle nostre Fiere. La discussione, molto animata, ma chiara e soprattutto costruttiva è stata impostata sul grande tema dell’appartenenza, intendendo come appartenenza, l’interesse che può avere un concorrente rispetto ad un altro nei confronti della nostra Associazione o di altro. La realtà è che oggi esistono due fazioni, una può ancora garantire un certo futuro, l’altra in realtà è talmente poca cosa che non sarebbe nemmeno il caso di considerarla, ma esiste ed è sovente uno specchietto per le allodole o per i “quagliotti”, con tutto il rispetto per i concorrenti delle due categorie. E’ stato evidenziata la diffusa difficoltà di organizzare delle gare canore ancora degne di essere considerate tali. I Presidenti stanno abbandonando la passione per la grande tradizione, perché ci sono sempre più troppi interessi e sempre meno adesioni e perché questa divisione impoverisce e prelude ad una fine precoce. Ne è causa, la dispersione di esposizione in piccole, ma troppo frequenti “neo fierette” indebolendo quelle già esistenti. Le fiere, specie in provincia di Treviso sono troppe e troppo ravvicinate e questo significa mancanza di interesse e saturazione di mercato, ma questo significa ancora, anticipare velocemente la fine delle stesse. A ciò si aggiunga anche la carenza di concorrenti per il mancato rinnovamento e la mancata trasmissione dell’antica passione da parte dei vecchi ai giovani, l’avanzare dell’età degli stessi e la scomparsa purtroppo di qualcuno. In buona sostanza dopo aver assicurato ai concorrenti il diritto e la piena libertà di esporre in qualsiasi fiera, sono state studiate delle regole che premieranno in maniera determinante, chi intende partecipare e onorare di fatto il Trofeo Veneto seguendo la strada delle Fiere AORFINE/FIMOVINE. I “paletti” piantati lungo questa strada sono precisi, non andranno bene a tutti, ma sono stati attentamente studiati dal Consiglio Direttivo, dibattuti e condivisi in seno alle varie Commissioni, messo insieme tutti i pro e tutti i contro, proposto l’insieme all’Assemblea dei Presidenti che ha ratificato! Se si vuole durare più a lungo e non disperdere energie e uccelli in rivoli inutili, oggi bisogna scavare una trincea porsi al suo interno e difendere con i denti le ultime opportunità. Si è pure informato i presenti circa un severo provvedimento disciplinare preso in Assemblea dei Presidenti avverso un concorrente che sbatte da troppo tempo contro l’articolo 8 dello Statuto regolamento che recita: “La qualità di socio tesserato si perde, oltre che nei casi, previsti dalla legge, per effetto del giudicato del Comitato Direttivo quando questi ravviserà comportamenti che abbiano procurato danni morali e materiali alla stessa Associazione. Sul finire della riunione è stato affrontato per risolverlo anche il serio problema che riguarda l’innanellamento delle Quaglie. Nell’occasione è stato distribuito il promemoria delle regole che disciplineranno la vita associativa AORfu/FIMOV nel 2016 così da rendere il tutto chiaro fin dall’ inizio.

 

VEDI SERVIZIO FOTOGRAFICO