Cambia lingua

Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti: 0
Totale prodotti: € 0,00

Vai al carrello

A BREMBATE DI SOPRA - UNA “SUPERBA” COPPA ITALIA. ANCORA UNA GARA DEGNA DELLA “CHAMPIONS LEAGUE FIMOVINA”.

15/05/2015

Brembate di Sopra, località tristemente famosa per il grave fatto che ha travolto quella comunità in seguito ai fatti che hanno coinvolto la povera, piccola Yara Gambirasio è da qualche anno anche un punto di riferimento per gli amanti del bel canto degli uccelli. Non c’è paragone tra i due fatti e, pur se molto interessante e coinvolgente,  com’è stato lo svolgersi della 2^ manifestazione in fatto di importanza promossa dalla FIMOV non può lenire, in nessun modo la memoria del triste fatto. Tuttavia a Brembate di Sopra bisogna riconoscere anche la positività di altri aspetti, come il ritrovo amichevole e aggregante di tanti appassionati all’interno del parco di Villa Serena sia un fatto compiuto.

Ad attendere gli appassionati di mezza Italia, come sempre un campo di gara perfettamente disegnato dagli esperti e precisi Lumbard, hanno trovato esposizione oltre 500 uccelli canori, che dopo la timidezza iniziale dovuta al fresco (freddo) mattino, hanno via, via con il sorgere e il riscaldare del sole dato vita ad una gara canora di tutto riguardo, degna della sua importanza.

E’ stata notata la mancanza della categoria Quaglie, che pur trattandosi di una “passione” prettamente veneta avrebbe portato il numero dei partecipanti ad oltre 650 soggetti. A questo proposito la categoria potrebbe  coinvolgere CPN e Organizzatori fin dalla prossima edizione del Campionato Italiano Uccelli Canori che si terrà come risaputo in quel di VINCI (FI) il 29 agosto p.v. .

Hanno giudicato giudici: Toscani, Emiliano-Romagnoli, Friulani, Veneti e ovviamente Lombardi. La presenza di così tanti soggetti specialmente nella categoria “elite” dei Tordi Bottacci, ha costretto i giudici ad una quarta uscita, non essendoci ancora in tutti il convincimento assoluto circa l’assegnazione del  primo posto, erano tre infatti i soggetti a contendersi il primato dopo il canonico terzo passaggio dei giudici.

I premiati hanno anche avuto la gradita sorpresa di ricevere oltre alle prestigiose e ambite Coppe Italia anche delle “borse allevamento” quali contributo alle notevoli spese che derivano dalla partecipazione, ma pure nella normale conduzione dei propri allevamenti. Un ringraziamento all’AMOV e al suo Presidente Massimo Zanardelli (fresco di nomina anche alla Presidenza della FIMOV) per l’accogliente ospitalità e per la generosità con la quale i lumbard sempre si adoperano, per la continuità di quella che da sempre NOI consideriamo essere: “ la più bella passione del mondo”!

Nel Parco di Villa Serena si è potuto ammirare pure uno straordinario esemplare di albero del Caucaso una mastodontica pianta di Zelkova con delle dimensioni in grossezza e altezza davvero straordinarie.

Accanto ad una griglia e al classico buon odore delle carni alla brace in funzione sin dall’alba, è stato allestito il solito ben attrezzato “Banchetto dell’Amicizia” con salumi e formaggi generosamente innaffiati da un fresco “vinello” niente male - proveniente dalla terra veneta dei vini - quel Loncon di Annone Veneto, che è tutto dire!

Tra strette di mano, complimenti e pacche sulle spalle, la mattinata è trascorsa tra convenevoli, esortazioni ad andare avanti …..e gli auguri di rivederci ancora per tanti anni in simili occasioni. Evviva!

E tra tanta lietezza, un ulteriore nota positiva degna di essere segnalata ce la fornisce il pluri campione italiano Stefano Bensa: stavolta non ho vinto perché gli uccelli non hanno cantato…….. Stefano, uno che non si arrampica sugli specchi. E ancora una volta finiamola alla Bruno Modugno: “e tutto ciò, in barba a chi ci vuol male”!!!!

 

LE CLASSIFICHE:

 

Tordo: 1° Evaristo Capoferri – 2° Pietro Boschetti – 3° Carlo Beccalli  – fino al 10° posto

Merlo:  1° Guerrino Rossi – 2° Tiziano Allievi – 3° Carlo Brumati    -   fino all’ 8° posto

Sassello: 1° Alessandro Brunelli – 2° Paolo Felini – 3° Mirco Venturini   - fino al 7° posto

Cardellino: 1° Madddalena Reboldi - 2° Diana Kattaby – 3° Federico Spillare

Tordina: 1° Francesco Tumiotto – 2° Federico Gallimberti – 3° Oriano Pellizzari

Allodola: 1° Zaverio Tumiotto – 2° Luigi Trezzi – 3° Francesco Tumiotto

Fringuello: 1° Tiziano Allievi – 2° Andrea Vezzosi – 3° Paolo Crotta

Lucherino: 1°Renato Corazza – 2° Danilo Modolo – 3° Romano Zambon

Peppola: 1° Alessandro Lavina – 2° Zaverio Tumiotto – 3° Pasquale Veneziiani      

 

VEDERE AMPIO SERVIZIO FOTOGRAFICO