Cambia lingua

Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti: 0
Totale prodotti: € 0,00

Vai al carrello

A BREMBATE (BG) UNA GRANDE COPPA ITALIA Una bella partita di Champions League

22/05/2014

A ricordare due Fimovini scomparsi: Tiziano Massari e Celestino Capoferri, si sono dati appuntamento nel bellissimo parco di Brembate (BG) i migliori concorrenti del mondo fieristico canoro, Amici dei due cari scomparsi.

I vincitori delle classiche 10 categorie in gara, sono stati premiati con una splendida coppa di cristallo della stessa foggia della Coppa Italia di calcio, più un’adeguata borsa di allevamento a sostegno delle spese vive.

Al di là della consistenza della borsa di allevamento (della quale nessuno sapeva l’esistenza), va riconosciuta ancora una volta la serietà, la generosità, la passione vera e la disponibilità del popolo della FIMOV, sempre pronto a correre là dove non si rincorre sempre il vil denaro, ma (fatto molto più importante) c’è, come in questa circostanza, da ricordare rimembrando dei colleghi, che non sono più tra di noi!

Gli oltre 600 soggetti esposti, pur in una mattinata piuttosto fredda per primeggiare si sono dati strenua battaglia e, peccato che gli appassionati del canto della Quaglia (che è un fenomeno della provincia trevigiana purtroppo però enormemente diviso e frammentato),  ancora una volta non abbiano saputo fare un pò di sacrificio per partecipare, al di là, del sempre presente Pio Piazza, per cogliere ancora una opportunità di far conoscere anche altrove la passione per questo uccello!!!!. e magari, raccogliere qualche seguace…………….              

Volendo cercare il pelo nell’uovo, scadente è stata pure la partecipazione dell’Aorfu nella categoria Tordi (che comunque ha partecipato con 218 soggetti), ma si sa che il regolamento FIMOV non va bene a molti tordisti, che per far cantare i loro soggetti hanno bisogno di coprirli completamente, cosa che il regolamento FIMOV per ovii motivi non permette, semplicemente perché il soggetto in canto lo si deve vedere….. e non deve temere la presenza dell’uomo che lo ha allevato…….

A parte questi due lacune l’aver raggiunto un numero così ragguardevole di uccelli esposti è stato motivo di vera gioia per tutti: organizzatori lombardi in primis e dirigenti federali presenti in massa.

Le dieci coppe in palio sono state cosi suddivise: 5 al Veneto – 3 alla Lombardia – 1 al Friuli e 1 al Trentino.

La coppa più bella, quella dell’organizzazione, l’hanno vinta alla grande i Lumbard,  che hanno saputo disegnare un campo di gara in maniera perfetta, rispettato orari e regolamenti senza problema alcuno, dove tutto si è svolto all’insegna dell’ Amicizia più vera con tante pacche sulle spalle e strette di mano, così come si conviene tra persone che si rispettano e condividono alla grande la passione più bella del mondo, senza interessi di fondo!!!!!

Hanno giudicato in maniera capace e coerente senza sollevare la benché minima protesta, Giudici provenienti da tutte le Regioni Fimovine.

Grande successo come in ogni dove, ha ottenuto il Banchetto dell’Amicizia onorato alla grande da tutti i presenti.

E allora? anche in questa occasione: avanti Fimovini, con il motto di Bruno Modugno “in barba a chi ci vuol male” .        

 

Vedi le classifiche

Vedi servizio fotografico.