Cambia lingua

Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti: 0
Totale prodotti: € 0,00

Vai al carrello

ALLA FIERA DELLA CACCIA-PESCA E NATURA DI LONGARONE IL SUCCESSO DELLO STAND FIMOV

15/07/2011

E’ stata dura perché 4 giorni di Fiera stancano, ma le soddisfazioni sono state tante e tali che la fatica all’indomani è dimenticata e rimane invece una grande gioia per il tanto di buono che abbiamo seminato con la certezza che i raccolto sarà fecondo. L’accoglienza degli organizzatori, in primis del Direttore Paolo Garna, è stata straordinaria. Per poter allestire il nostro stand promozionale avevamo bisogno di molto materiale che ci è stato messo a disposizione con puntualità e gentilezza. Agli organizzatori dunque, e innanzi tutto, il nostro sentito ringraziamento. I 14.000 paganti che si sono succeduti sin dal venerdì giorno di apertura hanno sicuramente riportato una positiva impressione dalla bellezza e dall’interesse della nostra esposizione. L’occasione ci ha consentito di distribuire oltre 6.500 calendari unitari nazionali della FIMOV gli oltre 1.000 lunari dell’AORfu CULT VENETO e gli altrettanti OASI ristampati per l’occasione. Sono state stappate per il benvenuto ai visitatori dello stand, ben 127 bottiglie di “Vin Bizzarro” da una decina di anni premiato a Vinitaly come miglior vino italiano da dessert, accompagnato a 98 pacchetti di biscottini tipo “Cantuccini” per la zuppetta. A questo proposito all’interno della Fiera c’è stato sicuramente un passa parola tanto, che le persone attendevano in fila il loro turno per avere l’assaggio del mezzo bicchiere di “elisir”. E anche questo gesto di gentile ospitalità è stato molto apprezzato. Per rendere ulteriore omaggio all’organizzazione va considerato che questo tipo di vino va servito ghiacciato per cui in virtù delle positive esperienze del passato, ci è stato messo a disposizione un adeguato frigo! Il momento di maggiore intensità lo si è riscontrato nel corso delle due esibizioni di chioccolo che ha visto la straordinaria partecipazione di un applaudissimo Claudio Pin da parte di persone che per la prima volta hanno avuto modo di apprezzare questa antichissima arte resa nota da questa nostra iniziativa, che è stata quella di portare all’interno di una “Fiera Campionaria” una forma di spettacolo. Molto interesse lo ha destato la sempre più apprezzata mostra di nidi perfettamente restaurati per l’occasione. Si tratta di una collezione di cui essere molto orgogliosi che vanta qualche “timida” imitazione, ma che è unica e inimitabile. Grazie infine al Corpo Forestale dello Stato di Pian del Cansiglio per la concessione dei tanti uccelli e mammiferi che hanno costituito una Mostra Naturalistica davvero completa e straordinaria. Fuori della Fiera “rinchiusi in un recinto” e controllati a vista da una imponente presenza di carabinieri e polizia una ventina di “urlatori” che niente hanno a che fare con la natura e niente hanno a che fare con gli animali e quindi con l’ambiente, hanno manifestato offendendo e denigrando tutti noi rei di misfatti e crimini di ogni sorta, ma questi sono avversari cattivi e naturali, altri, in casa nostra, diversamente ci sono nemici. “ Ad majora”. Concludendo, è giusto parlare della nostra partecipazione a Longarone come di un successo di straordinaria intensità, che magari è costato un pò caro ai nostri esperti, rimasti senza voce per dover rispondere alle migliaia di domande poste dai visitatori sugli animali, sui nidi e sulle nostre manifestazioni, ma ne è valsa la pena. E come suole concludere i suoi servizi giornalistici sulla caccia Bruno Modugno: “e tutto ciò in barba a chi ci vuol male”.

 

Vedi servizio fotografico