Cambia lingua

Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti: 0
Totale prodotti: € 0,00

Vai al carrello

E CON BREMBATE, E’ CINQUINA. GIOCATA UN’ ALTRA GRANDE PARTITA DI CHAMPIONS!

15/05/2013

Dopo il poker d’assi calato a Blessano (UD) – Maerne (VE) – Forlì (CF) e Sacile (PN), la FIMOV ha giocato l’ultima carta vincente in questo inizio stagione un po’ disgraziata a causa del maltempo.

L’ultima strepitosa partita i Fimovini l’anno disputata in quel paese tristemente famoso per le cronache nere che si sono occupate del massacro della povera Jara da parte di quel delinquente ancora senza volto.

Brembate di Sopra non sarà mai dimenticando per quell’orribile fatto, ma domenica 12 maggio ha saputo scrivere anche una pagina di festa, che tra gli appassionati Ornitocoltori orobico- leonini non sarà facilmente dimenticata e altrettanto dicasi per tutti coloro che sono partiti dal Friuli - dalla Toscana  - dal Trentino dall’Emilia/Romagna - dal Veneto oltre che dal resto della Lombardia nelle vesti di Concorrenti – Garisti - Giudici e Dirigenti Federali.

A Brembate sono stati esposti a concorso nella gara canora intitolata: “Trofeo Delle Regioni” ben 417 soggetti in sole sette categorie. Non hanno preso parte alla prestigiosa competizione per opportunità Associative: Lucherini – Peppole e ovviamente Quaglie altrimenti i numeri sarebbero stati di molto superiori. Questo va dunque considerato come uno straordinario successo, che la dice lunga circa la grandezza della Federazione Italiana Manifestazioni Ornitologiche Venatorie, che ancora una volta ha dimostrato con i fatti tutto il proprio potenziale espositivo – organizzativo e direttivo. Fatti dunque e non Fumo - Rapporti veri e non Chiacchere - Sostanza e non Illusioni – Presenza e non Assenza.

Un sincero Bravo va di diritto a chi ha disegnato il campo di gara creato all’interno di un ampio parco dove tuttavia l’impianto arboreo (come in qualsiasi altro luogo), non può accontentare un numero così alto di soggetti a concorso.

Tutti gli uccelli  partecipanti sono stati sistemati su dei pali (1) e ciò per rendere l’esposizione più equa possibile. Le foto presentate nell’ampio servizio fotografico a seguire rendono l’idea di come una Associazione che ospita una gara importante si deve comportare, soprattutto quando si tratta di ospitare gare Champions che sono sotto gli occhi di molti e quindi commentate da molti.

Il Presidente AMOV Massimo Zanardelli, può essere compiaciuto a diritto dell’esito super positivo del Trofeo Delle Regioni, non solo perché onorato da tutte le componenti Fimovine, che in questi frangenti si fanno sempre trovare pronte a dare tutti quei sentimenti positivi di ciò che significa far parte di una grande Famiglia, ma anche dei suoi collaboratori in primis: Giorgio Felini – Andrea e Claudio Serughetti – Giancarlo Goffi e sicuramente di tanti altri aderenti sempre pronti a tirarsi su le maniche.

A giudicare la grande kermesse un cast di Giudici di assoluta capacità – onestà e correttezza come devono essere i giudici Fimovini veri e unici arbitri di serie “A” degni di giudicare Concorrenti - Garisti pure essi di serie “A”.

Brembate di Sopra è stata un'altra occasione per vedere all’opera con i suoi alti significati di Amicizia e Aggregazione l’ormai famoso e inimitabile “Banchetto dell’Amicizia”, sempre più ben fornito di ogni ben di Dio, dove opera un “tajador” ormai collaudato, coadiuvato da un assistente altrettanto capace! Tutti gli altri devono essere solo capaci di imbottirsi a dovere il buon pane fresco. Non sono mancati e non potevano mancare vini bianchi, neri, rossi e rosè! Sempre in allegria e in barba a chi ci vuol male!  

La Champions di Brembate di Sopra chiude in effetti il ciclo delle fiere primaverili per le quali è stato definito il ruolo di Interregionali, il prossimo appuntamento sarà il Campionato Italiano Uccelli Canori, che è unico e inconfondibile e si svolgerà a Sacile (PN) il 17 agosto 2013.

Appuntamento agostano dunque per tutti a Sacile, nel “Giardino della Serenissima” e Madre di tutte le Fiere!

 

NEL FRATTEMPO DIFFIDATE- DIFFIDATE – DIFFIDATE – DIFFIDATE  E ANCORA DIFFIDATE - DALLE MALDESTRE IMITAZIONI !!!!!!!!!!!!!!

LE CLASSIFICHE:

TORDO: 1° Celestino Capoferri – 2° Michele Boschetti – 3° Carlo Beccalli – 4° Denis Visentin - 5° Stefano Beccalli – 6° Marco Dal Dossi – 7° Gianni Lusa – 8° Stefano Lancini – 9° Vittorio Montanari – 10° Toni Basso – 11° Vittorio Fontanari

MERLO: 1° Giuseppe Lucchetta – 2° Dario Locatelli - 3° Tiziano Allievi – 4° Giuseppe Zambon – 5° Rocco Grieco – 6° Carlo Brunati – 7° Francesco Boschetti - 8° Beniamino Orizio – 9° Guerrino Rossi - 10° Luciano Simeoni 

SASSELLO: 1° Denis Visentin – 2° Giorgio Felini – 3° Marcello Cornali – 4° Aldo Brunelli  - 5° Zaverio Tumiotto – 6° Raffaele Zambon – 7° Mirco Venturini   

TORDINA: 1° Denis Visentin – 2° Fabio Santin – 3° Silvano Modolo – 4° Franco Garimberti – 5° Federico Spillare – 6° Antonio Campardo – 7° Zaverio Tumiotto -  

ALLODOLA: 1° Antonio Campardo – 2° Luigi Trezzi – 3° Federico Spillare – 4° Gildo Poloni -  5° Gianni Cottignola – 6° Beniamino Orizio – 7° Mario Valloncini  - 8° Stefano Lancini – 9° Gino Turchetti – 10° Alex Pesico

FRINGUELLO: 1° Alex Brunelli – 2° Tiziano Allievi  - 3° Roberto Butturini – 4° luigi Trezzi – 5° Giulio Aliprandi – 6° Mohamed Kattaby

CARDELLINO: 1° Stefano Bensa 2° Mohamed Kattaby  - 3° Tiziano Allievi – 4° Federico Spillare – Alex Persico – 5° Roberto Butturini – Zaverio Tumiotto.

Vedi servizio fotografico

(1) Riceviamo per conoscenza una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno (quindi un documento di grande interesse) indirizzata alla Pro Sacile.

La commedia!!!!, è quando osserviamo che questa lettera viene inviata anche alle Associazioni affiliate dell’AORfu e dell’ANSFV, nonché a quel strano gruppo che fa capo a Godega!!!!!!.

Ma perché una commedia “buffa” direbbe qualcuno? Perché appare chiaro come il sole allo zenit in una splendida giornata agostana, che a manovrare il tutto compreso il manovratore, almeno per chi non ha gli occhi imbottiti di prosciutto – formaggio e mostarda di mele cotogne, sia proprio questo “gruppo”!!! e meglio ancora, chi ne fa parte con compiti addirittura direttivi! (di costoro si riconoscono le firme!!!!!!!)

In occasione della Champions di Brembate di Sopra, i contenuti di questa lettera sono stati oggetto dei commenti più svariati che vanno: dalla irregolarità e al poco credibile modo di presentare una simile “cosa”, alle pretese quasi imploranti per ottenere precise soddisfazioni alle richieste effettuate, senza che questa “cosa”, sia stata fatta con quel minimo - minimo – minimo di regolarità che in simili occasioni si prevede: Nome Cognome - Indirizzo e Firma! Pur se è vero che nella “cosa” vengono riportati tutti i dati del rappresentante di questo comitato!

Orbene in quello che ha la precisa pretesa di essere un “documento”, oltre alle irregolarità sopra descritte, si avvertono tutta una serie di situazioni, che per chi le legge e conosce la situazione fanno per l’ennesima volta cadere le braccia. Per primo, costoro non conoscono il regolamento FIMOV (e allora non dovrebbero parlare e tanto meno scrivere), il quale non prevede affatto che i tordi  (ma nessun altro uccello) debbano essere esposti su dei pali. Meglio, di pali non si fa cenno alcuno e quindi a questo punto la “cosa” finirebbe prima ancora di nascere.

Desideriamo tuttavia ricordare ai Signori firmatari e al loro rappresentante che probabilmente non conoscono nemmeno questo, che almeno fino agli anni 90 e quindi per “qualche secolo” il Tordo Nazionale sia stato nominato tale tra i soggetti esposti secondo tradizioni e usanze su di una nuda tavola appesa alle mura della scuola media Augusto Balliana!

Allora stride e meraviglia molto, che il rappresentante e i firmatari non siano a conoscenza di questa tradizione e di questa usanza e non  conoscendo la storia, si possano permettere di disturbare e di scrivere nella loro “cosa” testualmente quanto segue: “Non riteniamo corretto che un'altra associazione si intrometta e voglia imporre le sue regole: manteniamo le tradizioni e le usanze di una fiera storica ed antica aperta a tutti tesserati e non tesserati.

E sono queste ultime parole a tradire e a far apparire (non ce n’era bisogno) una volta di più il vero volto di costoro e l’altrettanto vero scopo della loro lettera: “aperta a tutti tesserati e non tesserati”.

Costoro non sanno nemmeno che non solo la Sagra dei Osei di Sacile, ma qualsiasi altra Fiera FIMOV è aperta a tutti, perché il tesseramento alla Federazione già da qualche anno è stato superato. Sarà sufficiente essere tesseratI in qualsiasi Associazione italiana aderente per poter non solo partecipare alla secolare Sagra, ma pure al Campionato Italiano Uccelli Canori qualsiasi sia il luogo dove questo si svolge.

Non sanno nemmeno, che esiste poi un patto tra FIMOV e Sagra dei Osei: a Sacile possono partecipare  ANCHE COLORO CHE NON SONO SOLITI GAREGGIARE ALTROVE, MA CHE DESIDERANO FARLO A SACILE…….TESSERA O NON TESSERA!

Per tornare ai famosi pali, motivo iniziale del contendere, anche se poi “tradendosi” e gettando la maschera si evidenzia la loro personalità. Sono gli stessi, che già in altre occasioni hanno arrecato danni morali attraverso la stampa, volantini e comportamenti avversi a Sacile, fomentando rivolte e altri gesti deprecabili. La FIMOV  chiarisce ulteriormente che si è sempre adeguata senza alcuna intromissione a ciò che può fornire una qualsiasi Associazione che organizza l’evento.PUNTO.

Se poi accanto all’impianto arboreo naturale insufficiente, vengono piantati dei pali per ospitare e consentire a tutti un posto è cosa permessa senza indugio alcuno!

Ironia della “cosa” lo dimostra il fatto e tra le troppe cose che costoro non sanno, questo invece dovrebbero saperlo bene: guarda caso, a Godega tanto per fare il più classico degli esempi tutti gli uccelli sono bellamente esposti su dei pali……….GULP e RIGULP!!!!

Si informano infine i nostri lettori  che nessuna delle Associazioni FIMOV venute a conoscenza di questa ennesima “cosa brutta e buffa” si siederà mai intorno ad un a tavolo per discutere di questi argomenti semplicemente perché i fatti non sussistono e quindi di che cosa si dovrebbe parlare?

La FIMOV fa inoltre presente che per discutere di regolamenti ha al proprio interno una Commissione Tecnica Nazionale costituita da persone qualificate, competenti e soprattutto lontane da qualsiasi interesse personale e………., a buoni intenditori nessun altra parola……. !!!