Cambia lingua

Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti: 0
Totale prodotti: € 0,00

Vai al carrello

LA FESTA DEL TROFEO VENETO 2012 SI E’ SVOLTA ANCHE QUEST’ANNO NEL PRESTIGIOSO RISTORANTE “ANTICA POSTUMIA”

16/12/2012

Le prenotazioni erano via, via salite fino a 321 partecipanti, ma il diavolo stavolta ci ha messo la coda sotto forma di una influenza di fine autunno che ha messo a letto diverse persone, 56 delle quali sono giustificatamene mancate al tradizionale appuntamento di fine stagione, disdettando negli ultimissimi giorni. La grande festa, è stata comunque come al solito ben onorata con una presenza nonostante tutto molto soddisfacente che ha consentito degnamente di concludere un’annata davvero strepitosa, nel corso della quale si è assistito ad un aumento di espositori e di concorrenti che lascia veramente ben sperare per un 2013 ancora migliore.

Alla festa sono mancate certe autorità e questo succede già da qualche anno, ma semplicemente perché nemmeno quest’anno le abbiamo invitate. I motivi sono ben noti a tutti, ma per primo va evidenziato quello della sfiducia in certi uomini politici, incapaci di apprezzare i veri meriti e il serio ed efficace lavoro portato avanti da una Associazione altrettanto seria, che opera nel mondo dell’ornitofilia amatoriale tramandata da padre in figlio con l’unico fine di portare avanti, lontano da qualsiasi interesse personale, quella che da sempre ripetiamo essere la più bella passione del mondo. Non appena la politica cambierà certi uomini saremo lieti di riabbracciarla, ma pulizia deve essere fatta!

Le Associazioni Aorfine pagano (qualcuno la chiama tassa), una quota di appartenenza per certi versi importante, ma sono soldi che alla fine finiscono per ritornare alle stesse con tutti gli interessi che ne derivano, perché ciò garantisce una presenza “massiccia” di addetti ai lavori nelle loro Fiere che è assoluto motivo di interesse per tutti coloro che intendono continuare a mantenersi ad un certo livello e se mai progredire.

Chi ha avuto l’idea si uscire dalla FIMOV per entrare in altro gruppo è miseramente fallito e se “una, dicasi una”  si mantiene ad un certo livello, lo deve unicamente al fatto che è nata, cresciuta e diventata adulta in seno all’AORfu/FIMOV.

Alcune Fiere importanti dell’AORfu sono da qualche anno sotto pressione e subiscono una concorrenza stupida e sleale (che ne sta scatenando ovviamente altrettanta) ma quel che è peggio è che tutto questo trova appoggio e sostegno da parte di certa politica a tutto danno di un mondo già di per se fragile che avrebbe diversamente bisogno di unione e solidarietà. Queste Fiere, hanno sin qui retto a questi attacchi e di certo continueranno a farlo di sicuro ancora grazie soprattutto ai Concorrenti Aorfini (che stupidi non sono) e a criteri di partecipazione e fedeltà molto premianti per essi.

Ritornando al Trofeo Veneto organizzato soprattutto per premiare tutti coloro che hanno partecipato sono stati distribuiti sotto forma di borse di allevamento oltre 13.000 euro,  frutto di uno speciale tipo di “cassa peota” per sostenere la quale hanno partecipato domenicalmente: Concorrenti, Associazioni (Fiere) e la stessa AORfu  ed è stato molto appagante per tutti ricevere a fine stagione dopo tanti sacrifici questo sostanzioso aiuto.

Un anno di gare in giro per il Veneto e per altre regioni con le spese che ne derivano, la conduzione dell’allevamento, gli alimenti, le attrezzature e quant’altro serve per portare avanti questa passione soprattutto in momenti come questi, sta diventando sempre più impegnativo e per qualcuno addirittura proibitivo ed è chiaro che allora ricevere un simile appannaggio aiuta molto a continuare e come ormai lo dicono in molti “a concorrere in maniera fattiva a salvare le Fiere”, che è il motivo essenziale del nostro essere.

Del resto il ritorno sui nostri campi di gara di alcuni concorrenti, la partecipazione assidua e fedele di tanti altri lo si intuisce serenamente è anche dovuta a questo logico tornaconto, che pur non ripagando mai interamente il tutto comunque aiuta……e sostiene!

Noi ci terremo molto stretti i nostri Concorrenti e faremo sempre di tutto per sostenere in qualsiasi modo la loro passione che è anche la nostra e tutto questo si potrà sempre realizzare grazie al rapporto di amicizia e sostegno basato sulla stima e la fiducia dei tanti e sempre più numerosi nostri sostenitori.

E anche per quest’anno ci piace concludere con l’ormai celeberrima frase del mitico Bruno Modugno, conduttore di tanti racconti di caccia su Ski che, seduto intorno ad un tavolo imbandito ama ribadire: “e tutto ciò in barba a chi ci vuol male”.

SEGUE SERVIZIO FOTOGRAFICO.​​​​​​​